Patente A1

249,00

La passione per le moto inizia da ragazzini. Quando si è ancora piccoli, si conta quanto tempo manca per poterne guidare una e si invidiano i ragazzi più grandi che già possono sfrecciare in strada. È vero, a 14 anni si possono guidare i motorini o gli scooter, ma non è la stessa cosa. Bisogna prendere la patente A1 per salire in sella alla prima vera moto. Si tratta della classica patente per 125, il primo passo per entrare nel mondo dei centauri. Primo passo perché per quanto il prezzo della patente A1 sia abbordabile, non consente però di guidare qualunque veicolo. Ad ogni tipologia di ciclomotore, infatti, corrisponde una patente diversa.
La moto, però, non è solo un sogno da adolescenti. L’ebbrezza di una guida a stretto contatto con la strada e i paesaggi, e la possibilità di seminare il traffico cittadino o le code in autostrada, sono tutti ottimi motivi per lasciare l’auto in parcheggio. Per assaporare questa esperienza, la prima cosa da fare è prendere la patente per moto 125.

Cosa è compreso nel prezzo:
– Iscrizione
– Esame Teorico
– Foglio Rosa
– Corso di Teoria + app

Affrettati ad acquistare il pacchetto che abbiamo ideato per te qui sotto. Vieni ad imparare in un azienda giovane per i giovani, manca poco 😉

Categoria:

Descrizione

Età minima:
16 anni

Età Massima:
È valida ogni 10 anni fino a 50 anni di età, 5 anni per chi ha un’età compresa tra 50 e i 70 anni, 3 anni per chi ha superato i 70 anni, 2 anni dopo gli 80 anni.

Veicoli che si possono guidare:
• Motocicli di cilindrata massima di 125 cm³, di potenza massima di 11 kW e con un rapporto potenza/peso non superiore a 0,1 kW/kg.
• Tricicli di potenza non superiore a 15 kW.
• Macchine agricole che non superano i limiti di sagoma dei motoveicoli.

Requisiti psicofisici richiesti:
Per il conseguimento, la revisione o la conferma di validità della patente di guida occorre che il richiedente, all’accertamento sanitario praticato con i comuni esami clinici e con gli accertamenti specialistici ritenuti necessari, non risulti affetto da malattia fisica o psichica, deficienza organica o minorazione psichica, anatomica o funzionale, tale da impedire di condurre con sicurezza i tipi di veicoli alla guida dei quali la patente abilita.

Le malattie che escludono la possibilità di rilascio delle patenti A, B e superiori sono le seguenti:
• affezioni cardiovascolari
• diabete mellito
• malattie endocrine
• malattie del sistema nervoso (encefalite, sclerosi multipla, miastenia grave, epilessia, ecc.)
• malattie psichiche
• sostanze psicoattive
La patente di guida non deve essere rilasciata o confermata ai candidati o conducenti che si trovino in stato di dipendenza attuale da alcool, stupefacenti o sostanze psicotrope né a persone che comunque consumino abitualmente sostanze capaci di compromettere la loro idoneità a guidare senza pericoli
• malattie del sangue
• malattie dell’apparato urogenitale

Requisiti Fisici richiesti:
– Vista
Acutezza visiva non inferiore ai 10/10 complessivi con non meno di 2/10 per l’occhio che vede di meno, anche raggiungibile con correzione di lenti, con differenza tra due lenti non superiore a 3 diottrie
– Udito
Occorre percepire da ciascun orecchio la voce di conversazione a non meno di 2 metri di distanza (anche con protesi)
– Arti
No alterazioni anatomiche o funzionali invalidanti (non ci possono essere protesi)

Esami da sostenere per il conseguimento della patente A1:

L’Esame di TEORIA dovrà essere effettuato:
con il metodo a quiz per il candidato che non ha mai conseguito alcuna patente di guida;
senza nessun esame teorico per il candidato che è titolare già di patente di guida di altra categoria;

L’Esame di GUIDA dovrà essere effettuato:
con un motociclo di cilindrata non inferiore a 75 c.c. e non superiore a 125 c.c., con potenza non
superiore a 11 Kw (senza vincoli di velocità).